Plastica e cambiamenti climatici: al via la 31esima edizione di Festambiente

14 Agosto 2019

Al via oggi la 31esima edizione di Festambiente, il festival nazionale di Legambiente organizzato a Rispescia (Grosseto), nel parco della Maremma dal 14 al 18 agosto, quest’anno dedicata ai cambiamenti climatici. Cinque giorni di musica, cinema, mostre, dibattiti e conferenze, spazi per bambini e cibo all’insegna dell’ecologia.  Ad aprire la kermesse, che sarà plastic-free e a basso impatto energetico, sarà don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera. Il 16 agosto in programma anche un incontro per la costituzione della rete dei ‘festival sostenibili’ con Arezzo Wave, Umbria jazz, Primo Maggio e La notte della Taranta. Daniele SilvestriMax GazèCarmen ConsoliThe Zen Circus, e Alpha Blondy gli artisti che si esibiranno sul ‘Palco per il clima’ pensato per sensibilizzare il pubblico sulle azioni da mettere in campo per salvare il pianeta.

Nei tre ettari della cittadella ecologica di Legambiente si svolgeranno anche proiezioni cinematografiche con il ‘Clorofilla film festival’, ci saranno spazi per bambini come l’area dedicata a Greta Thumberg e laboratori all’insegna dell’ecologia, spettacoli teatrali, cibo a chilometro zero, dibatti e conferenze. Tra le tematiche al centro dell’evento l’ambiente, l’agricoltura, l’agriecologia, la tutela degli ecosistemi. L’ambizione di Festambiente è quella di ridurre a zero le emissioni prodotte dai partecipanti a ciascun festival e di eliminare completamente l’uso della plastica.

Ecco il programma completo.
Per info e prenotazioni: www.festambiente.it 

 

Social media

News

Sostenibile, resiliente, verde e accessibile. Ecco l’ospedale del futuro.

Sostenibile, resiliente, verde e accessibile. Ecco l’ospedale del futuro.

Sostenibile, verde, accessibile, con un ruolo all’interno del territorio, con un’infrastruttura solida e flessibile, con un ambiente salubre e che soddisfi aspetti economici e sociali. È l’ospedale del futuro disegnato all’interno di un documento presentato al Forum Compraverde Buygreen, in corso a Roma in questi giorni, da Stefano Capolongo direttore del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito del Politecnico di Milano.

I numeri del Green Public Procurement in Italia: l’Osservatorio Appalti Verdi presenta il VII rapporto

I numeri del Green Public Procurement in Italia: l’Osservatorio Appalti Verdi presenta il VII rapporto

In Italia freno a mano tirato sull’applicazione del Green Public Procurement (acquisti pubblici verdi) e dei Criteri Ambientali Minimi che, a otto anni dall’entrata in vigore, faticano a decollare in maniera strutturata. Presentato oggi a Roma, al Forum Compraverde Buygreen 2024, il VII rapporto 2024 su i numeri del GPP in Italia dell’Osservatorio Appalti Verdi di Legambiente e Fondazione Ecosistemi.

Compraverde 2024: nelle mense italiane troppa carne e si arriva a sprecare il 40% del cibo

Compraverde 2024: nelle mense italiane troppa carne e si arriva a sprecare il 40% del cibo

La riduzione dello spreco di cibo e una dieta alimentare ricca di cibo vegetale da soli permetterebbero un risparmio tra i 150 ed i 200 miliardi di tonnellate di CO2 entro il 2050. Non a caso un piatto di carne produce in media circa 50 volte più emissioni di un piatto di legumi. La stragrande maggioranza della terra è usata infatti per produrre cibo di origine animale, provocando deforestazione oltre alle inevitabili emissioni enteriche del ciclo di vita del bestiame. Questa la fotografia scattata durante il Forum Compraverde Buygreen.