Compraverde 2020, una digital edition per la transizione ecologica

7 Settembre 2020
L’8 e il 9 ottobre torna a Roma presso il WeGil la XIV edizione del Forum Compraverde Buygreen, la più importante manifestazione dedicata a politiche, progetti e azioni di Green Public Procurement. La manifestazione sarà fruibile online grazie a una piattaforma che consentirà la partecipazione, il networking, la formazione e la condivisione.

Compraverde Buygreen, gli Stati Generali degli acquisti verdi, torna l’8 e il 9 ottobre a Roma con la sua XIV edizione per parlare di conversione ecologica degli acquisti, delle modalità di produzione e di consumo con i principali attori coinvolti nella diffusione e attuazione degli acquisti di beni e servizi sostenibili. Il forum, promosso dalla Fondazione Ecosistemi Fondazione Ecosistemi, è affermato come il luogo dove avviene l’incontro tra istituzioni, imprese e terzo settore, un luogo fisico che quest’anno lascerà più spazio a quello virtuale attraverso una piattaforma digitale che consentirà la fruizione dell’evento dalle stesse caratteristiche e contenuti, ma con il potenziamento della partecipazione, della comunicazione e del networking.

In un anno in cui sono emersi con chiarezza le interconnessioni tra ambiente, economia e salute, Compraverde sarà non solo l’occasione per valutare lo stato dell’arte in ambito di acquisti verdi, ma anche il luogo dove i soggetti collettivi presenteranno idee e strumenti per la transizione ecologica giusta, in grado di affrontare le sfide ambientali e climatiche in corso.

I convegni principali della due giorni approfondiranno il ruolo del Green Public Procurement nelle politiche per il Green New Deal alla luce dei documenti europei approvati nel 2020 e del Recovery Fund, le politiche per il cibo sostenibile “dal produttore al consumatore” e quelle del Gender Procurement negli appalti pubblici per ridurre le diseguaglianze di genere. Si parlerà anche di finanza sostenibile, del Made Green in Italy e degli eventi culturali a basso impatto ambientale.

Attenzione particolare alle politiche pubbliche contro la pandemia in un convegno con gli innovatori di Biovitae, la lampada che distrugge con la luce led batteri e virus, una invenzione tutta italiana premiata dalle Nazioni Unite come migliore innovazione mondiale dell’anno nel campo della salute. Gli innovatori, i centri di ricerca, le università e le start-up saranno al centro del forum per ampliare l’offerta di proposte per la sostenibilità delle organizzazioni e negli acquisti, favorendo l’incontro tra una domanda qualificata e i soggetti capaci di offrire soluzioni innovative adeguate.

Il 9 ottobre, Compraverde, presenterà i dati del monitoraggio dell’Osservatorio Appalti Verdi sullo stato di attuazione del GPP in Italia e della sostenibilità delle filiere produttive delle più importanti imprese italiane. Il Forum concluderà i lavori con l’assegnazione del Premio Compraverde alle migliori esperienze italiane di GPP, valorizzando, in diverse sezioni, istituzioni e imprese che si sono distinte nell’ambito delle loro attività.

Scarica il Comunicato Stampa >

 

Social media

News

Forum Compraverde 2022: disponibili online tutte le registrazioni dell’evento

Forum Compraverde 2022: disponibili online tutte le registrazioni dell’evento

Disponibili online le registrazioni del Forum Compraverde Buygreen 2022: le conferenze, i convegni, le interviste e la GPP Academy. Un patrimonio importante di approfondimenti, esperienze e confronti sulle politiche, i progetti, le buone pratiche e le opportunità del Green Public Procurement e la transizione ecologica.

Scompaiono i Criteri Ambientali Minimi dai contratti pubblici? L’allarme dell’esperto

Scompaiono i Criteri Ambientali Minimi dai contratti pubblici? L’allarme dell’esperto

Nell’ultima bozza visionabile dello schema del nuovo Codice dei Contratti Pubblici, risalente al 20 ottobre, è stato cancellato il comma 2 dell’articolo 57, esistente invece nella precedente bozza, che parlava non a caso di “clausole sociali del bando di gara e degli avvisi e criteri di sostenibilità energetica e ambientale” e disciplinava proprio l’ingresso dei CAM nella PA.