Senza GPP niente fondi dal PNRR. Presentata alla Camera dei Deputati la XVI edizione del Forum Compraverde

7 Luglio 2022

È stata presentata nel pomeriggio di giovedì 7 luglio, in conferenza stampa alla Camera dei Deputati, l’edizione 2022 del Forum Compraverde  Buygreen in arrivo a Roma il 19  e il 20 ottobre prossimo. Per il XVI anno consecutivo, la manifestazione porta al centro dell’attenzione le politiche, i progetti, i beni e i servizi di Green Procurement, pubblico e privato. Due giornate in cui istituzioni, imprese, associazioni ed esperti di settore si confrontano su tematiche urgenti e necessarie -oggi più che mai – anche in vista dell’accesso ai fondi del  Pnrr, che vincola le realtà richiedenti ad adottare scelte green. A organizzarlo è la Fondazione Ecosistemi, realtà viva e partecipe sui temi dello sviluppo sostenibile e delle strategie da attuare per la salvaguardia del pianeta.

Sono intervenuti alla conferenza stampa di presentazione l’europarlamentare Eleonora Evi, la vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati Rossella Muroni, il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori, Marco Mancini di Legambiente e Osservatorio Appalti Verdi e Silvano Falocco, direttore della Fondazione Ecosistemi.

“Due giornate di convegni, seminari, networking e reporting. Con una scaletta che tocca vari temi: dall’ edilizia sostenibile in vista dell’uscita del nuovo CAM (Criterio Ambientale Minimo) ai Criteri Sociali e il Gender Procurement, passando per i rifiuti – tema caldo soprattutto a Roma in questi giorni – la ristorazione collettiva dove  i dati ci dicono che la qualità delle mense scolastiche migliora con il CAM – dichiara Silvano Falocco direttore della Fondazione Ecosistemi. –  Rispetto al tema della città, clima e GPP, ricordo che Roma fa parte delle “100 città a impatto climatico zero entro il 2030, dai cittadini e per i cittadini” un vincolo per l’attuazione del Green Public Procurement – continua FaloccoSe per il lancio dell’iniziativa abbiamo scelto il  Parlamento, è per coinvolgere sempre di più la politica nelle tematiche che proporremo nelle giornate degli Stati Generali degli acquisti verdi, e perché essa diventi non solo attrice principale – di questa fase di transizione ecologica – ma anche megafono in grado di sensibilizzare il Paese. Quest’anno più che mai, in vista dell’incentivo che passa per il recepimento dei fondi del Pnrr, auspichiamo la partecipazione di sempre più realtà, fra vecchi e nuovi amici che producono in chiave green e che si vogliono ulteriormente formare su questi temi” 

“Per andare verso un’economia decarbonizzata è importante premiare le scelte sostenibili negli appalti pubblici. Nonostante l’introduzione dell’obbligo dei Criteri Ambientali Minimi nel Codice appalti, sul fronte dell’attuazione dei Green public procurement dobbiamo migliorare ancora. Anche in vista dell’accesso ai fondi del Pnrr. Per questo è preziosa l’opera di informazione e condivisione di buone pratiche e competenze promossa dalla Fondazione Ecosistemi” commenta la vicepresidente della Commissione Ambiente Rossella Muroni.

La conferenza si può vedere in streaming su:
https://webtv.camera.it/conferenze_stampa

Social media

News

Forum Compraverde 2022: disponibili online tutte le registrazioni dell’evento

Forum Compraverde 2022: disponibili online tutte le registrazioni dell’evento

Disponibili online le registrazioni del Forum Compraverde Buygreen 2022: le conferenze, i convegni, le interviste e la GPP Academy. Un patrimonio importante di approfondimenti, esperienze e confronti sulle politiche, i progetti, le buone pratiche e le opportunità del Green Public Procurement e la transizione ecologica.

Scompaiono i Criteri Ambientali Minimi dai contratti pubblici? L’allarme dell’esperto

Scompaiono i Criteri Ambientali Minimi dai contratti pubblici? L’allarme dell’esperto

Nell’ultima bozza visionabile dello schema del nuovo Codice dei Contratti Pubblici, risalente al 20 ottobre, è stato cancellato il comma 2 dell’articolo 57, esistente invece nella precedente bozza, che parlava non a caso di “clausole sociali del bando di gara e degli avvisi e criteri di sostenibilità energetica e ambientale” e disciplinava proprio l’ingresso dei CAM nella PA.