Forum 2020, aperti i bandi di partecipazione al Premio Compraverde

28 Maggio 2020

Dal 28 maggio fino all’11 settembre enti, imprese e associazioni green potranno presentare la propria candidatura al Premio Compraverde 2020. La selezione e valutazione delle candidature durerà quattro mesi con la collaborazione dei maggiori esperti nazionali. Il riconoscimento verrà consegnato durante la XIV edizione del Forum Compraverde Buygreen alle organizzazioni impegnate nell’adozione del Green Public Procurement (GPP) e degli acquisti verdi.  La manifestazione, che storicamente fa emergere e premia le eccellenze nazionali in ambito GPP, si terrà l’8 e il 9 ottobre al WEGIL a Roma. Particolare attenzione nell’assegnazione di questo riconoscimento verrà data ai temi della ristorazione collettiva, delle attività culturali e dell’edilizia, ai criteri sociali e di sostenibilità.

Il Premio Compraverde verrà attribuito, dunque, per le seguenti 8 sezioni:

Bando Verde – premio alle pubbliche amministrazioni che hanno pubblicato bandi verdi quale azione sistematica di introduzione dei criteri ecologici negli appalti pubblici.

Politica GPP – premio alle pubbliche amministrazioni che si sono contraddistinte per aver attuato attività concrete di promozione ed implementazione del GPP.

Mensa Verde – premio destinato alle mense, pubbliche o private, che hanno mostrato una particolare attenzione alla qualità del cibo (biologico, km zero, stagionale, equo-solidale) e alla riduzione degli impatti ambientali e sociali legati alla gestione della mensa.

Vendor Rating e Acquisti Sostenibili – premio alle imprese che hanno adottato in modo sistematico criteri di sostenibilità nei propri processi di acquisto e nella qualifica dei propri fornitori.

Cultura in Verde – premio per le manifestazioni culturali e le attività di produzione cinematografica che hanno ridotto gli impatti ambientali generati dalla loro realizzazione, integrando gli aspetti ambientali e sociali negli acquisti dei beni e dei servizi.

Edilizia in Verde, Materiale innovativo – premio per le imprese che producono materiali innovativi per l’edilizia a basso impatto ambientale.

Edilizia in Verde, Materiale locale e rinnovabile – premio per le imprese che producono materiali locali e rinnovabili per l’edilizia a basso impatto ambientale.

Social Procurement  premio dedicato alle pubbliche amministrazioni che inseriscono dei criteri sociali nei propri bandi per tutelare la dignità del lavoro e i diritti umani sociali e sindacali.

Ad ogni sezione del premio si trova la modulistica per la partecipazione e altre informazioni.

 

Social media

News

Sostenibile, resiliente, verde e accessibile. Ecco l’ospedale del futuro.

Sostenibile, resiliente, verde e accessibile. Ecco l’ospedale del futuro.

Sostenibile, verde, accessibile, con un ruolo all’interno del territorio, con un’infrastruttura solida e flessibile, con un ambiente salubre e che soddisfi aspetti economici e sociali. È l’ospedale del futuro disegnato all’interno di un documento presentato al Forum Compraverde Buygreen, in corso a Roma in questi giorni, da Stefano Capolongo direttore del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito del Politecnico di Milano.

I numeri del Green Public Procurement in Italia: l’Osservatorio Appalti Verdi presenta il VII rapporto

I numeri del Green Public Procurement in Italia: l’Osservatorio Appalti Verdi presenta il VII rapporto

In Italia freno a mano tirato sull’applicazione del Green Public Procurement (acquisti pubblici verdi) e dei Criteri Ambientali Minimi che, a otto anni dall’entrata in vigore, faticano a decollare in maniera strutturata. Presentato oggi a Roma, al Forum Compraverde Buygreen 2024, il VII rapporto 2024 su i numeri del GPP in Italia dell’Osservatorio Appalti Verdi di Legambiente e Fondazione Ecosistemi.

Compraverde 2024: nelle mense italiane troppa carne e si arriva a sprecare il 40% del cibo

Compraverde 2024: nelle mense italiane troppa carne e si arriva a sprecare il 40% del cibo

La riduzione dello spreco di cibo e una dieta alimentare ricca di cibo vegetale da soli permetterebbero un risparmio tra i 150 ed i 200 miliardi di tonnellate di CO2 entro il 2050. Non a caso un piatto di carne produce in media circa 50 volte più emissioni di un piatto di legumi. La stragrande maggioranza della terra è usata infatti per produrre cibo di origine animale, provocando deforestazione oltre alle inevitabili emissioni enteriche del ciclo di vita del bestiame. Questa la fotografia scattata durante il Forum Compraverde Buygreen.