Economia circolare: prodotti innovativi da pneumatici fuori uso. Il progetto Re-Plan City Life

11 Ottobre 2022

Giovedì 20 ottobre dalle 11.30 alle 13.00 al Forum Compraverde ci sarà il convegno “Il riciclo degli pneumatici fuori uso. Specifiche tecniche, prodotti e buone pratiche”. L’iniziativa rappresenta un’occasione di approfondimento e di confronto sul tema del riciclo degli pneumatici fuori uso (PFU) e dell’uso dei materiali che ne derivano (RTMs, Recycled Tyre Materials), soprattutto nel settore dei lavori pubblici (asfalti, isolanti acustici, arredo urbano, pavimentazioni sportive, ecc.).

Ogni anno in Italia (ISPRA 2020) si producono oltre 442.000 tonnellate di PFU di cui circa il 79% (quasi 350.000 tonnellate) va a recupero di materia mentre oltre 12.000 tonnellate sono destinate a incenerimento e a smaltimento. Sono inoltre 79.000 le tonnellate che vengono esportate all’estero (principalmente Turchia, Germania, Repubblica Ceca, India), con rilevanti emissioni di CO2 da trasporto e da incenerimento. Peraltro i dati dei due principali Consorzi Italiani indicano che solo un 41% dei PFU va a recupero di materia ed un 59% a recupero di energia, delineando quindi un quadro ben peggiore di quello descritto da ISPRA nel Rapporto sui rifiuti speciali.

Ogni anno abbiamo quindi non meno di circa 91.000 tonnellate di PFU che non vengono riciclati e producono emissioni di CO2. Questa quantità, trasformata in asfalto modificato ad alte prestazioni meccaniche e acustiche, potrebbe essere utilizzata per manutenere dai 5.000 ai 15.000 km di strade, a seconda della larghezza e dell’asphalt mix design. Ad oggi però sono soltanto 673 i km di strade nei quali è stato utilizzato l’asfalto modificato con gomma riciclata da PFU (dato Ecopneus), su un totale di 167.565 km della rete stradale italiana -autostrade, strade statali, regionali, provinciali (stima ISPRA 2019). Meno dello 0,4%.

Le istituzioni, oggi impegnate nella definizione e attuazione delle strategie di economia circolare, possono delineare un’azione coordinata, in grado di  rimuovere gli ostacoli che impediscono un pieno utilizzo di questi materiali, soprattutto negli appalti pubblici, a partire dalla definizione di specifiche tecniche (CAM strade, CAM edilizia, CAM arredo urbano, ecc.) che garantiscano l’impiego efficiente di questa risorse, garantendo al tempo stesso la salubrità di opere e allestimenti lungo l’intero ciclo di vita.

Con il progetto Re-Plan City Life (RElevant Audience Plan Leading to Awareness Network forCIrcular Economy Use of Recycled TYre materials in city LIFE) si vuole fare il punto sulla ricerca in atto di prodotti innovativi ed ecosostenibili, sulle buone pratiche replicabili e sul ruolo strategico

Sarà possibile seguire l’evento dal sito del forum www.forumcompraverde.it

Programma Forum Compraverde 2022

Social media

News

Ok dall’Europarlamento alla Direttiva Green Claims contro il greenwashing

Ok dall’Europarlamento alla Direttiva Green Claims contro il greenwashing

È arrivata martedì 12 marzo, con 467 voti favorevoli, 65 contrari e 74 astensioni, il via libera dell’Europarlamento alla Direttiva Green Claims contro il greenwashing. Anche se la legislazione volge al termine, questo voto è importante: il voto espresso in plenaria è infatti giuridicamente vincolante anche nella legislatura successiva. Dopo il voto del 6-9 giugno i nuovi rappresentanti riprenderanno i dossier da dove si erano interrotti per portarli alle fasi successive.

Premio Compraverde 2024, candidature aperte fino al 26 aprile. Nuovi premi per la sanità green e lo sport ecosostenibile

Premio Compraverde 2024, candidature aperte fino al 26 aprile. Nuovi premi per la sanità green e lo sport ecosostenibile

Al via le candidature per la nuova edizione del Premio Compraverde, i bandi sono aperti online fino al 26 aprile 2024. Allo storico premio dedicato ai bandi verdi, alla ristorazione sostenibile, all’edilizia e alla cultura a basso impatto, si aggiungono due nuovi riconoscimenti: Ospedale Verde e Sport in Verde. Enti, imprese e associazioni “green” saranno selezionate nei prossimi tre mesi e premiate alla XVIII edizione del Forum Compraverde Buygreen, il 15 e il 16 maggio a Roma.

Stop al greenwashing: la direttiva europea punto per punto

Stop al greenwashing: la direttiva europea punto per punto

Dopo il voto all’Europarlamento all’approvazione definitiva delle nuove norme contro il greenwashing manca solo il via libera del Consiglio Ue. Si tratta di una legge fondamentale che rappresenta un primo passo per debellare la pratica del greenwashing e fornire trasparenza ai consumatori. I prossimi passi sono la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e il recepimento dagli Stati membri entro 2 anni.