Cambia gli acquisti non il clima! Il 17 maggio la conferenza di apertura del Forum Compraverde 2023

10 Maggio 2023

“Cambia gli acquisti non il clima” è il titolo della conferenza di apertura del Forum Compraverde Buygreen 2023 nonché tema centrale di questa 17esima edizione in arrivo mercoledì 17 e giovedì 18 maggio a Palazzo We Gil a Roma. L’obiettivo è quello di coniugare il nuovo Codice dei Contratti Pubblici, in vigore dal 1° luglio, che mantiene intatto il ruolo del Green Public Procurement e dei Criteri Ambientali e Sociali, con l’allarme climatico lanciato dal Sesto Rapporto di Valutazione sui Cambiamenti Climatici. Si tratta un invito urgente che i promotori del Forum  rivolgono  a tutti gli attori coinvolti affinché si impegnino per attuare la conversione ecologica delle modalità di produzione e di consumo per ridurre la probabilità di gravi cambiamenti climatici

Sul palco del forum saliranno le istituzioni, le imprese e il Terzo settore per fare il punto sulle strategie attuate e presentare idee e strumenti per la transizione ecologica giusta, in grado di affrontare le sfide ambientali e climatiche in corso. Tra i presenti la Viceministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Vannia Gava, l’Assessore all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei rifiuti di Roma Capitale Sabrina Alfonsi, la Vicepresidente Regione Lazio Roberta Angelilli, il Direttore Generale di Legambiente Giorgio Zampetti, il Presidente ALI – Autonomie Locali Italiane Matteo Ricci. E ancora Giulio Marcon dell’Alleanza Clima Lavoro, Cesare Bagnari Responsabile settore ambiente di Confcooperative Lavoro e Servizi, la Presidente del Coordinamento Agende 21 locali Renata Zuffi, la Presidente del Comitato scientifico della Fondazione Ecosistemi Elisa Scotti eSabina Nicolella per Sustainable Food Procurement Manifesto. L’evento sarà moderato dal giornalista ambientale Marco Gisotti. 

La conferenza è parte del Festival per lo sviluppo Sostenibile ed è in linea con il Goal 12 “Consumo e produzione responsabili”, attraverso l’esposizione di buone pratiche, le soluzioni e le criticità condivise livello locale, regionale, nazionale ed europeo mira a promuovere nello specifico pratiche sostenibili in materia di appalti pubblici, in conformità alle politiche e priorità nazionali oltre che incoraggiare le organizzazioni ad adottare pratiche sostenibili.

Il Forum Compraverde Buygreen è promosso da Fondazione Ecosistemi con il patrocinio e la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Regione Lazio e Roma Capitale in partnership con Legambiente, Agende 21 Locali Italiane, Confindustria, ALI – Autonomie Locali Italiane, Fairtrade, Confcooperative Lavoro e Servizi.

Il programma delle due giornate è QUI!

Social media

News

Lettera alla Commissione UE: oltre 15 organizzazioni europee chiedono acquisti alimentari sostenibili

Lettera alla Commissione UE: oltre 15 organizzazioni europee chiedono acquisti alimentari sostenibili

Oltre 15 organizzazioni europee, hanno inviato una lettera congiunta alla Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen con un messaggio chiaro: usiamo gli appalti pubblici alimentari per fornire cibo più sostenibile e più sano! Le organizzazioni chiedono di definire chiaramente le aree per il futuro sviluppo di criteri minimi obbligato per l’acquisto di alimenti sostenibili e, in particolare, di includere 4 standard minimi strategici.

Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici: approvazione tra applausi e critiche

Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici: approvazione tra applausi e critiche

Dopo sei lunghi anni l’Italia ha il suo Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici (PNACC). Con decreto firmato dal ministro Gilberto Pichetto Fratin lo scorso 21 dicembre (il n. 434) e ufficializzato il 2 gennaio 2023, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica pone una prima pietra sui processi di adattamento al cambiamento climatico in un Paese che gli scienziati considerano un hotspot climatico. Ecco cosa ne pensano gli ambientalisti.

Green hushing e transizione ecologica: quando il silenzio sulla sostenibilità aziendale non è l’alternativa

Green hushing e transizione ecologica: quando il silenzio sulla sostenibilità aziendale non è l’alternativa

Da un lato c’è il greenwashing, la tendenza di molte aziende di autoproclamarsi sensibili ai temi ambientali quando in realtà non lo sono. Dall’altro il green hushing, l’intenzione di mantenere segreti obiettivi e risultati di sostenibilità, anche quando sono plausibili, per paura di essere accusati di greenwashing o per paura che altri possano imitare le stesse buone pratiche. In entrambi i casi il silenzio comporta conseguenze tutt’altro che positive.