Forum CompraVerde-Buygreen e Banca Popolare Etica, la partnership per l’economia sostenibile

9 Agosto 2017

La Banca Popolare Etica è partner dell’XI edizione del Forum CompraVerde-Buygreen. Fondato sui principi della finanza etica, l’istituto di credito con il risparmio raccolto opera principalmente in quattro settori: cooperazione sociale, cooperazione internazionale, cultura e tutela ambientale. La partnership con il Forum CompraVerde – BuyGreen vuole accompagnare la costruzione di una nuova economia etica e sostenibile.

Il GPP richiederà alle imprese una trasformazione profonda per diventare più ecologiche lungo il ciclo di vita, più attente ai diritti lungo la catena di fornitura e più solidali, nella direzione indicata dai Criteri Ambientali delle organizzazioni, dei prodotti e dei servizi. Banca Etica potrà accompagnare questo processo con trasparenza e responsabilità.

Social media

News

Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici: approvazione tra applausi e critiche

Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici: approvazione tra applausi e critiche

Dopo sei lunghi anni l’Italia ha il suo Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici (PNACC). Con decreto firmato dal ministro Gilberto Pichetto Fratin lo scorso 21 dicembre (il n. 434) e ufficializzato il 2 gennaio 2023, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica pone una prima pietra sui processi di adattamento al cambiamento climatico in un Paese che gli scienziati considerano un hotspot climatico. Ecco cosa ne pensano gli ambientalisti.

Green hushing e transizione ecologica: quando il silenzio sulla sostenibilità aziendale non è l’alternativa

Green hushing e transizione ecologica: quando il silenzio sulla sostenibilità aziendale non è l’alternativa

Da un lato c’è il greenwashing, la tendenza di molte aziende di autoproclamarsi sensibili ai temi ambientali quando in realtà non lo sono. Dall’altro il green hushing, l’intenzione di mantenere segreti obiettivi e risultati di sostenibilità, anche quando sono plausibili, per paura di essere accusati di greenwashing o per paura che altri possano imitare le stesse buone pratiche. In entrambi i casi il silenzio comporta conseguenze tutt’altro che positive.

Principio DNSH: aggiornati gli orientamenti tecnici della Commissione Europea per valutare le misure PNRR

Principio DNSH: aggiornati gli orientamenti tecnici della Commissione Europea per valutare le misure PNRR

Lo scorso 11 ottobre è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea la Comunicazione della Commissione UE C/2023/111 che aggiorna gli “orientamenti tecnici sull’applicazione del principio del “non arrecare un danno significativo” all’ambiente anche noto come principio DNSH, cioè “Do No Significant Harm”. La pubblicazione fornisce casi pratici di applicazione, con tanto di schede e simulazioni.