:: CompraVerde-BuyGreen - Forum Internazionale degli Acquisti Verdi :: Fiera di Cremona 7-8 ottobre 2010
 


















  home > news  
 

settembre 2010
ICLEI ed Ecosistemi uniscono le forze per promuovere l’adozione degli acquisti pubblici sostenibili in Italia attraverso la Campagna Procura+

Ecosistemi è il nuovo Partner Nazionale della Campagna Procura+ e supporterà con ICLEI gli enti pubblici in Italia che vogliono scambiare buone pratiche, strumenti e approcci e promuovere
I loro risultati a livello nazionale e internazionale.
La Campagna Procura+ è stata lanciata da ICLEI-Local Governments for Sustainability nel 2004 per stimolare la diffusione degli acquisti pubblici sostenibili.
Partecipando alla Campagna, gli enti pubblici possono contribuire a un movimento che cresce a livello internazionale e portare cambiamenti concreti nel mercato.
> scarica il comunicato stampa

luglio 2010
Nuovi criteri comuni dalla Commissione Europea

La Commissione Europea (DG Ambiente), dopo un esteso processo di consultazione, ha definito i criteri comuni per gli acquisti verdi per 8 nuovi gruppi di prodotto, ovvero: isolamento termico, pompe di calore, coperture per pavimenti, finestre, pannelli, illuminazione stradale e segnaletica per il traffico, costruzione delle strade e segnaletica stradale, telefoni cellulari. I criteri per ora disponibili in lingua inglese possono essere consultati al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/environment/
gpp/second_set_en.htm


giugno 2010

Criteri ambientali minimi PAN GPP

Questa ad oggi la situazione per quanto riguarda la definizione e l’adozione dei criteri minimi ambientali per i prodotti e servizi prioritari individuati dal Piano d’Azione Nazionale per il GPP (PAN GPP):
- sono stati adottati i criteri ambientali minimi relativi a carta e ammendanti con Decreto del Ministero dell’Ambiente n.111 del 12/10/2009
- sono in corso di adozione i criteri ambientali minimi relativi a IT (computer da scrivania, computer portatili, stampanti, fotocopiatrici, apparecchi multifunzione); servizi energetici (lampade HID e sistemi a LED, corpi illuminanti, impianti di illuminazione); prodotti tessili; arredi.
- sono in corso di discussione al Comitato di Gestione i criteri ambientali minimi relativi a ristorazione e edilizia (materiali da costruzione).
Per aggiornamenti: http://www.dsa.minambiente.it/gpp

maggio 2010

Il Parlamento Europeo stimola la Commissione a favorire l’innovazione negli appalti pubblici
Il 18 Maggio scorso il Parlamento Europeo ha adottato una Risoluzione basata su un report dal titolo “nuovi sviluppi per gli appalti pubblici” che mette in evidenza come debbano ancora essere fatti importanti passi in avanti per stimolare l’innovazione che doveva scaturire dall’adozione delle Direttive europee sugli appalti pubblici del 2004. Le scelte d’acquisto sono ancora troppo spesso guidate dall’incertezza in merito alle possibilità offerte dalla normativa e da aspetti puramente economici. Questo va spesso a scapito dell’introduzione di criteri ambientali e sociali nelle procedure d’acquisto, per cui il Parlamento Europeo sollecita la produzione di manuali e linee guida di supporto per gli acquisti socialmente responsabili e di database aggiornati di standard sia ambientali che sociali. La risoluzione inoltre richiama una volta di più l’attenzione sull’importanza degli acquisti pubblici per la protezione del clima, l’efficienza energetica, l’innovazione e lo stimolo alla competizione.
Per ulteriori informazioni:
http://www.europarl.europa.eu/oeil/FindByProcnum.do?
lang=en&procnum=INI/2009/2175



4 settembre 2009
Approvato il Piano per gli acquisti pubblici ecologici della Regione Sardegna
Il piano, predisposto dall'Assessorato della Difesa dell'Ambiente della Regione Sardegna in collaborazione con l'Assessorato degli Enti locali, finanze e urbanistica è stato approvato dalla Giunta Regionale della Sardegna e intende far propri i tre obiettivi ambientali di riferimento del Piano d'azione nazionale:
- riduzione quantitativa dei rifiuti prodotti;
- efficienza e risparmio nell'uso delle risorse, in particolare dell'energia e conseguente riduzione delle emissioni di anidride carbonica;
- riduzione dell'uso di sostanze pericolose.
Per ulteriori informazioni:
http://www.regione.sardegna.it/j/v/13?s=121664&v=2&c=3&t=1


2 Luglio 2009

A Cagliari il seminario regionale del progetto Life+ GPPinfoNET
Il 7 luglio si terrà a Cagliari il seminario regionale Acquisti Pubblici Ecologici in Regione Sardegna - avvio della rete regionale. L’evento si inserisce tra le azioni del progetto Life+ GPPinfoNET La Rete Informativa degli Acquisti Pubblici Verdi che vede coinvolti la Provincia di Cremona (beneficiario coordinatore), il Coordinamento Nazionale Agende 21 Locali, la Regione Sardegna, la Regione Liguria ed Ecosistemi nella realizzazione di un articolato programma di attività di informazione e comunicazione sul GPP realizzato nell’arco di tre anni. L’appuntamento di Cagliari, che coinciderà con l’avvio ufficiale di una rete regionale per il GPP in Sardegna, è il terzo seminario regionale del progetto GPPinfoNET: gli altri si sono tenuti rispettivamente a Milano il 19 maggio e a Genova il 5 giugno.
Per maggiori informazioni: www.gppinfonet.it


1 Luglio 2009

Criteri comuni in consultazione per 10 nuovi gruppi di prodotto
La Commissione Europea ha aperto una nuova fase di consultazione sui criteri comuni da inserire nelle procedure d’acquisto degli enti pubblici per i seguenti gruppi di prodotto: telefoni portatili, impianti di cogenerazione, caldaie, impianti di condizionamento e pompe di calore, materiali per isolamento termico, pannelli per costruzioni, coperture dure per pavimenti, finestre, illuminazione stradale e semafori, costruzione di strade e segnaletica stradale.
I commenti ai criteri proposti consultabili sul sito http://ec.europa.eu/environment/gpp/consultation_en.htm dovranno essere inviati alla Commissione entro il 31 Agosto 2009.
La procedura di consultazione segue quella che già aveva portato all’inclusione nel GPP Training Toolkit di criteri condivisi per: carta, prodotti per la pulizia, prodotti IT (computer, monitor, stampanti, fax,…), costruzioni, trasporti, arredi (tavoli, mobili, sedie,…), energia, mense ed alimenti, abbigliamento, prodotti e servizi per il giardinaggio.


30 Giugno 2009

Criteri ambientali minimi PAN GPP
Questa ad oggi la situazione per quanto riguarda la definizione e l’adozione dei criteri minimi ambientali per i prodotti e servizi prioritari individuati dal Piano d’Azione Nazionale per il GPP (PAN GPP):
- sono in fase di adozione i criteri ambientali minimi relativi a computer da scrivania, computer portatili, stampanti, fotocopiatrici, apparecchi multifunzione;
- sono in fase di consultazione i criteri ambientali minimi relativi a carta in risme ed ammendanti;
- sono operativi i gruppi di lavoro per la definizione dei criteri ambientali minimi relativi a servizi energetici e edilizia;
- sono in fase di attivazione i gruppi di lavoro su ristorazione, trasporti, prodotti tessili e calzature, arredi, gestione dei rifiuti, servizi di pulizia.
Per aggiornamenti: http://www.dsa.minambiente.it/gpp


28 maggio 2009

Maratona degli Acquisti Verdi e Giornata Nazionale del GPP
Raccolte in occasione della mostra-convegno Terra Futura (29-31 maggio 2009) le prime adesioni alla Maratona degli Acquisti Verdi: dal 2 al 9 ottobre 2009 enti pubblici centrali e locali, agenzie, imprese, associazioni e reti saranno chiamati a promuovere e sostenere gli acquisti verdi attraverso azioni concrete, seminari e messaggi informativi, attività di sensibilizzazione, impegni pubblici, comunicazioni speciali e annunci. Tutte le attività realizzate convoglieranno nella “Giornata Nazionale del GPP”, che sarà celebrata il 9 ottobre a Cremona, durante il Forum CompraVerde-BuyGreen. Questa iniziativa è promossa dal progetto Life+ GPPinfoNET La Rete Informativa degli Acquisti Verdi.
Per aderire e per ricevere ulteriori informazioni scrivi a:
gppday@gppinfonet.it


3 Marzo 2009

La Commissione Europea lancia il Forum della Grande Distribuzione
Il Retail Forum è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea insieme ad Eurocommerce e alla European Retail Round Table (ERRT) con l’obiettivo di accelerare il processo di orientamento dei consumatori verso consumi più sostenibili attraverso il coinvolgimento e il confronto della grande distribuzione con tutte le parti interessate. Il Forum dovrà contribuire direttamente all’implementazione del Piano d’Azione per il Consumo e la Produzione Sostenibile e la politica industriale sostenibile presentato dalla Commissione Europea nel luglio 2008.
Risultato atteso è l’aumento della consapevolezza riguardo le misure pratiche necessarie per la promozione del consumo e della produzione sostenibile: nel tempo dovrebbero infatti aumentare la disponibilità di prodotti eco-compatibili ed efficienti nei negozi e migliorare l’informazione ai consumatori su come utilizzare i prodotti nella maniera più ambientalemente sostenibile.
Per ulteriori informazioni:
http://ec.europa.eu/environment/industry/retail/index_en.html


 






 
homepage homepage